1 Settembre 2017 - 20:27
Vaccini, i documenti da presentare per la scuola superiore

La circolare

Il Ministero dell'istruzione e il Ministero della salute hanno diramato oggi una circolare congiunta con indicazioni operative per l’attuazione della legge sui vaccini approvata dal parlamento lo scorso 31 luglio.

Per le scuole secondarie di secondo grado, la circolare stabilisce che la documentazione necessaria dovrà essere presentata dalle famiglie entro il 31 ottobre (oppure entro il 10 marzo 2018 se nel frattempo sia stata prodotta una autocertificazione).

I genitori dei minori da 0 a 16 anni, che quindi frequentano la scuola dell'obbligo, dovranno presentare:

  • copia del libretto delle vaccinazioni vidimato dal competente servizio della Asl e che viene compilato ogniqualvolta sia effettuata una vaccinazione, oppure certificato vaccinale rilasciato dal competente servizio della Asl, oppure attestazione rilasciata dal competente servizio della Asl che indichi se il minore sia in regola con le vaccinazioni obbligatorie previste per l'età;

Inoltre, se si rientra in uno dei tre casi indicati di seguito, occorrerà presentare anche:

  • documentazione che attesti l'avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale: copia della notifica di malattia infettiva effettuata alla Asl dal medico curante oppure attestazione di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta del Servizio sanitario nazionale;
  • attestazione del medico di medicina generale o del pediatra di libera scelta del Servizio sanitario nazionale che dichiara che una determinata vaccinazione è stata omessa o rinviata;
  • copia della richiesta di vaccinazione alla Asl territorialmente competente per le vaccinazioni obbligatorie per l'età del minore ma non ancora effettuate.

Per l'anno scolastico 2017/2018, quest'ultima richiesta di vaccinazione ancora da effettuare, contenente le generalità del minore e l'indicazione delle vaccinazioni di cui si chiede la somministrazione, potrà avvenire anche per telefono, inviando una mail all'indirizzo di posta elettronica ordinaria o certificata di una delle aziende sanitarie della Regione di appartenenza oppure attraverso una raccomandata con avviso di ricevimento. In tutti questi casi, in alternativa alla presentazione della copia della formale richiesta di vaccinazione, il genitore potrà presentare anche una autocertificazione in cui dichiara, ai sensi del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445, di aver richiesto alla Asl di effettuare le vaccinazioni non ancora somministrate.

Tutta la documentazione necessaria può anche essere presentata entro il 31 marzo 2018, ma prima della fine di ottobre 2017 bisognerà comunque presentare alla scuola una autocertificazione che attesti che le vaccinazioni obbligatorie sono già state effettuate.

La presentazione della documentazione entro il 31 ottobre 2017 o entro il 10 marzo 2018 non costituisce requisito di accesso alla scuola, quindi si potrà frequentare le lezioni comunque. La mancata presentazione della documentazione entro i termini, però, sarà segnalata, entro i successivi dieci giorni, dal dirigente scolastico all'Asl competente per territorio.

Le vaccinazioni obbligatorie per i minori con età compresa tra 0 e 16 anni sono dieci:

  • anti-poliomielitica,
  • anti-difterica,
  • anti-tetanica,
  • anti-epatite B,
  • anti-pertosse,
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b,
  • anti-morbillo,
  • anti-rosolia,
  • anti-parotite,
  • anti-varicella.

Parole chiave